Il blog di Giuseppe Marchi - SharePoint MVP
NAVIGATION - SEARCH

Disponibile la roadmap dello SharePoint Framework

SharePoint Framework

Come spero sappiate, lo SharePoint Framework è passato in General Availability la scorsa settimana. Questo significa che è possibile utilizzare questo nuovo set di strumenti per lo sviluppo in ambiente di produzione.
Come vi dicevo, per ora è possibile implementare solamente delle Client Side Web Part e solamente per SharePoint Online. Microsoft ha però resto pubblica una prima versione della roadmap di sviluppo del framework. Ecco un riepilogo delle parti principali.

Supporto per SharePoint 2016 on-premise

Questa notizia era già nota da un pò di tempo. Le librerie dello SharePoint Framework arriveranno anche su SharePoint 2016 nel corso 2017, attraverso il rilascio di un nuovo Feature Pack.
L'obiettivo di Microsoft è quello di unificare la modalità di sviluppo tra SharePoint Online e SharePoint on-premise, dando allo sviluppatore la possibilità di utilizzare le ultime tecnologie in ambito di sviluppo web.
Ad ora lo SharePoint Framework supporta solo lo sviluppo di web part, quindi non è comparabile con quello che si può fare on-premise tramite una farm solution (e molto probabilmente non lo sarà mai), ma sicuramente l'idea di avere un unico modello di sviluppo per la parte front-end è buona.

Supporto ai display template (JSLink) e le custom action

Utilizzando le stesse modalità e tool di sviluppo, sarà possibile implementare display template e elementi d'azione personalizzati all'interno di liste e document library configurate con la modern UI. Fondamentalmente quello che si poteva fare con la proprietà JSLink di una web part o tramite le custom action, verrà sostituito con dei costrutti specifici all'interno dello SharePoint Framework, ereditando da specifiche classi Typescript.

Full page app

Sarà possibile sviluppo applicazioni tramite lo SharePoint Framework che, al posto di agire all'interno di una pagina come le Client Side Web Part, saranno disponibili a pagina intera. In pratica, sarà come implementare un'application page in modalità single page application.
Queste pagine potranno anche essere utilizzate in sostituzione alle form di default (display, new, edit) e alle viste di liste e document library.
A mio avviso questa è la novità più interessante.

Miglioramenti alle Client Side Web Part

In questa prima build abbiamo disponibile una versione 1.0 delle Client Side Web Part. Nel corso dell'anno, saranno rilasciati degli enhancements anche su queste tipologie di componenti, utili a permettere la comunicazione tra le web part presenti in pagina, l'interazione con Azure AD e li supporto nativo per il responsive.

SharePoint Framework ALM

Anche la parte di application lifecycle management verrà migliorata. Ci saranno degli endpoint REST da chiamare per le normali operazioni amministrative sulle app (deploy, cancellazione, upgrade, attivazione) e per tutte le altre operazioni che possono essere effettuate all'interno dell'App Catalog di SharePoint. Ci sarà poi la possibilità di fare deploy automatico dei propri bundle all'interno del CDN offerto da SharePoint Online e una nuova modalità di pubblicazione/approvazione dei pacchetti di personalizzazione (non sarà più il Tenant Admin a dover far tutto il lavoro).


Infine ci sarà poi una nuova versione del Workbanch, nuovi tool utili allo sviluppi e nuovi template Yeoman a supporto delle nuove tipologie di componenti che sarà possibile implementare.

Per tutti i dettagli, vi rimando alla pagina della documentazione Microsoft:
https://dev.office.com/sharepoint/docs/spfx/roadmap

blog comments powered by Disqus