Il blog di Giuseppe Marchi - SharePoint MVP
NAVIGATION - SEARCH

Aggiornamenti per SharePoint Online

Microsoft Office 365In questo periodo è iniziato un altro giro di service update su Office365. Questa volta SharePoint Online è piuttosto "colpito" dalla cosa, infatti abbiamo alcuni aggiornamenti veramente importanti.
Dal blog del team di SharePoint trovate tutte le informazioni del caso.
In ogni modo, questi gli aggiornamenti:

  • Aumento del limite massimo di utenti Active Directory
    Alla sua nascita, SharePoint Online era stato pensato per avere un limite massimo di 20.000 utenti provenienti dall'integrazione con il proprio Active Directory locale. Ora questo limite è stato passato a 50.000.

  • Miglioramento del cestino
    Gli utenti dei piani E (Enterpise) hanno la possibilità, tramite lo SharePoint Online Administration Center, di recuperare dal cestino intere site collection. Così hanno allineato SharePoint Online al Service Pack 1 di SharePoint 2010.

  • Miglioramento del meccanismo legato agli utenti esterni
    Finalmente sarà possibile invitare un vostro collega, partner o cliente utilizzando la sua mail aziendale e non più una mail dei domini hotmail.* o live.* chiramente sempre che questa mail sia collegata ad un windows live id valido.

  • Apertura dei PDF dal browser
    Finalmente sarà possibile aprire un PDF presente in una document library direttamente dal browser tramite Adobe Reader (e sottilineo, finalmente) senza dover scaricare il file in locale. Per la precisione, non è stata abilitata la modalità "Permissive" dell'opzione "Browser File Handling" di SharePoint, ma è stato proprio gestito il caso dei PDF.
    Nel sito del team di SharePoint dicono che è necessaria l'ultima versione di Adobe Reader (la 10.1.2), ma io credo che funzioni anche con qualcuna delle precedenti. Vi farò sapere nel caso.


A mio parere, hanno dato una bella scossa sta volta. Tutte le funzionalità aggiunte da questo service update, oltre ad essere le più richieste nei vari forum, ecc.. sono veramente utili ed erano delle grosse mancanze al prodotto.
Ancora ci sono molte cose da migliorare, però siamo sicuramente verso la strada giusta ;)
blog comments powered by Disqus